Connect with us

Alimentazione

Castagne: “il pane dei poveri”

castagne

Frutti preziosi per qualità e proprietà, le castagne rafforzano le ossa e rendono forti come gli spinaci di Braccio di Ferro. Un vero toccasana per la salute, infatti migliorano la circolazione, contengono fosforo, potassio, magnesio e fibre, rappresentano un buon rimedio per i problemi intestinali e un disinfettante per le vie respiratorie.

Per secoli le castagne sono state considerate il “pane dei poveri” perché dalla sua polpa, si ricava una farina con cui preparare numerosi piatti prelibati, dall’antipasto al dolce. Un vero tesoro della cucina e un elisir di lunga vita. La pasta cà pastigghia”, antica ricetta popolare siciliana, è una caratteristica minestra a base di castagne secche, un piatto semplice da preparare e molto gustoso.

In tutta la Sicilia sono molti i luoghi dove è possibile raccogliere le castagne: sulle montagne delle Madonie per esempio, in particolare intorno a Castelbuono. Ma anche sulle pendici orientali della rocca Busambra, ai margini del bosco della Ficuzza, nella provincia di Palermo. I castagneti prolificano su tutti i versanti dell’Etna dove producono frutti dal sapore particolare dovuto alla tipologia del terreno lavico, ricco di minerali. Alle falde del vulcano, nel territorio di Sant’Alfio, all’interno del bosco di Carpineto, ci si può imbattere nel Castagno dei Cento Cavalli, un albero plurimillenario considerato il più grande d’Italia. La sua storia è legata alla leggenda di una misteriosa regina e di cento cavalieri che sotto le sue fronde trovarono riparo da una tempesta.

E per chi ama le feste da non perdere sono le sagre delle castagne, che fanno riscoprire questo prodotto profondamente radicato nella comunità. Tra le più conosciute quelle di Petralia e di Mezzojuso nel Palermitano, di Antillo e Floresta nel Messinese, e anche quella di Zafferana Etnea, sagre che oltre a permettere la degustazione di q esti frutti, consentono di scoprire molti sapori dei territori.

Continue Reading
Informazione Pubblicitaria
Clicca per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.